La funivia del Renon: una funivia moderna e un trenino nostalgico

Attraverso boschi e prati fino alla fermata dell’Hotel Rinner

Un viaggio con la moderna funivia del Renon è un’esperienza davvero grandiosa: mentre vi librate sopra Bolzano, all’interno della cabina panoramica, potete assaporare una vista sensazionale sulla conca ai vostri piedi e sui maestosi crinali circostanti: da qui potete osservare il capoluogo di Provincia, i meravigliosi vigneti lungo i versanti sottostanti e all’orizzonte la Costiera della Mendola da una parte e le vette dolomitiche dall’altra.

Dopo 950 metri di altitudine e soli 12 minuti di salita con la funivia del Renon avete raggiunto Soprabolzano, sull’altopiano del Renon. L’aria è decisamente più fresca. A pochi metri sulla destra della stazione a monte della funivia del Renon si trova la ferrovia del Renon, chiamata dai residenti «il trenino del Renon». Lungo il percorso siete attorniati da meravigliosi prati verdi, boschi ombrosi e da un panorama mozzafiato sulla montagna divenuta simbolo della Provincia, lo Sciliar. La prima ferrovia del Renon fu costruita nel 1907. Nel 1966, la ferrovia a cremagliera fu sostituita da una nuova funivia per favorire l’ascesa al Renon. Quest’ultima fu sostituita nel 2009. Oggi, chi viaggia con la funivia del Renon può contare sul massimo del comfort garantito da una funivia moderna e dallo charme di un breve viaggio col trenino del Renon. Scendete alla seconda fermata (su richiesta alla fermata «Rinner») e in pochi minuti avete raggiunto il nostro hotel sul Renon. Benvenuti nella vostra casa vacanze!

Richiesta non vincolante